16 Sep 2019 11:07:53
Medicina

La dilatazione della cervice uterina durante il travaglio

img

Il più delle volte, la cervice uterina è un piccolo foro ben chiuso che impedisce a qualsiasi cosa di entrare o uscire dall'utero, il che aiuta a proteggere il bambino.

Durante il travaglio, contrazioni intense dell'utero aiutano a spostare il bambino verso il basso e alla fine fuori dalla pelvi e nella vagina. Queste contrazioni esercitano una pressione sulla cervice e la fanno espandere lentamente. Le contrazioni tendono a diventare più forti, più vicine e più regolari man mano che il travaglio prosegue.

Le fasi:

La maggior parte delle guide mediche fanno riferimento a tre fasi:

-Fase 1: lavoro precoce, attivo e di transizione. Le contrazioni iniziano, la cervice si dilata e il bambino si sposta verso il basso nella pelvi. La fase 1 è completa quando la cervice si è dilatata almeno a 10 centimetri.

-Fase 2: il corpo inizia a spingere fuori il bambino. Durante questa fase, le donne avvertono sentono una pressione che le porta a spingere. Questo stadio termina con la nascita del bambino.

-Fase 3: le contrazioni spingono fuori la placenta. Questo stadio si conclude con l’espulsione della placenta, che avviene di solito entro pochi minuti dalla nascita del bambino.

 

Nella prima fase, la cervice si dilata da 1 a 3 centimetri. Per chi invece ha una gravidanza oltre il termine, la cervice può essere già dilatata di diversi centimetri prima che la donna manifesti sintomi di travaglio.

Alcune donne, soprattutto chi si trova alla prima gravidanza, a volte hanno difficoltà nel capire quando inizia il travaglio: questo perché le contrazioni nella fase iniziale sono spesso lievi e irregolari.

Durante il travaglio vero e proprio, le contrazioni di una persona si avvertono su entrambi i lati del corpo, si ha la sensazione che inizino nella parte superiore dell’utero e spingono verso il basso e che diventino più intense e regolari con il tempo. Si consiglia di provare a riposare e mangiare qualcosa durante questa fase in modo da avere abbastanza energia per le fasi seguenti.

Fase 1, lavoro attivo:

Durante la fase 1, la cervice si dilata dai 7 ai 7 cm. Le contrazioni diventano più intense e regolari durante il travaglio attivo. Molte donne asseriscono che la principale caratteristica della fase attiva è che le contrazioni sono estremamente dolorose. Cambiare posizione, muoversi e rimanere idratata può aiutare con il dolore di questa fase.

Fase 1 (transizione)

In questa fase la cervice si dilata dagli 8 ai 10 cm. Per molte donne, la transizione è la fase più difficile, ma anche la più breve. Alcune iniziano a provare l’impulso a spingere durante questa fase, mentre altre addirittura avvertono una sensazione di incapacità di portare a termine il parto a causa del dolore, sperimentando anche la nausea. Spostamento, cambi di posizioni ed esercizi di respirazione possono aiutare.

Fase 2

Questa fase produce un forte impulso sempre maggiore a spingere e può durare da qualche minuto a qualche ora. Il consiglio che si dà è che la donna spinga secondo le capacità del proprio corpo e per il tempo in cui si sente in grado di farlo.

Spingere mentre si è in piedi o da accovacciate può aiutare a velocizzare il processo. Mentre la donna espelle il bambino, può sentire un intenso bruciore e stiramento mentre la sua vagina e il perineo si estendono per accogliere il bambino. Questa sensazione dura in genere solo pochi minuti, anche se alcune donne subiscono degli strappi muscolari durante questo processo.

Fase 3 (dopo la nascita)

Qualche minuto dopo la nascita, una donna può sperimentare contrazioni più deboli. Dopo una contrazione o due, il corpo dovrebbe espellere la placenta. Se il corpo non espelle completamente la placenta, un medico o un'ostetrica potrebbero doverli rimuovere. A volte viene effettuata un'iniezione di ossitocina sintetica per accelerare la consegna e prevenire un'eccessiva emorragia. Mentre l'utero e la cervice si restringono, molte donne avvertono delle contrazioni. La maggior parte delle donne sanguina per diverse settimane dopo il parto.

La durata e il tipo di processo variano notevolmente in ciascuna donna. Il travaglio spesso inizia lentamente, diventando progressivamente più intenso. Può anche iniziare e fermarsi o rallentare durante i momenti di stress o intrusione. Visualizzare l'espansione della cervice potrebbe aiutare alcune donne a comprendere la fonte del dolore del travaglio, ottenendo un senso di controllo e una visione più profonda dei processi del travaglio.

Fonte: Medical News Today