26 Aug 2019 01:33:25
Salute

Cancro al seno: il grasso corporeo fa diminuire il rischio nelle donne più giovani

img

Che l'obesità comportasse un aumento del rischio di cancro al seno nelle donne in postmenopausa era da tempo un fatto noto, ma ora, secondo uno studio su larga scala condotto dal centro di ricerca sul cancro oncologico della University of North Carolina Lineberger, si può affermare che per le donne in premenopausa sia vero il contrario: la presenza di maggiore grasso corporeo abbasserebbe in queste donne il rischio di cancro alla mammella.

"I fattori di rischio legati al cancro al seno possono essere diversi per le giovani donne rispetto alle donne anziane, quindi dobbiamo fare un lavoro minuzioso per capire cosa contribuisce specificamente al rischio di cancro al seno nelle donne più giovani, così da poter dare loro raccomandazioni appropriate", ha detto Hazel Nichols, professore associato presso la UNC Gillings School of Global Public Health.

"Questo studio non costituisce un invito a ingrassare per prevenire il cancro al seno”, chiarisce Nichols, “benché le donne dal peso maggiore abbiano un rischio complessivo più basso di cancro alla mammella prima della menopausa, ci sono comunque molti altri benefici nel mantenere un peso sano che dovrebbero essere considerati. Questa correlazione però può aiutarci a capire quali fattori contribuiscano al rischio di cancro al seno nelle donne più giovani".

Il cancro al seno è più comune nelle donne anziane, con un'età media di diagnosi di circa 62 anni negli Stati Uniti. Poiché il cancro al seno è meno comune nelle donne più giovani, i ricercatori hanno raccolto dati da 19 diversi studi per indagare il rischio di questa patologia all’interno di un gruppo di 758.592 donne di età inferiore ai 55 anni.

"Gli studi hanno mostrato spesso un minor numero di tumori al seno in premenopausa poiché questo tipo di tumore è meno comune nelle pazienti giovani, e le prove non erano così decisive come per il cancro al seno in postmenopausa", ha detto Nichols. La sua analisi collega un più alto indice di massa corporea, o BMI, a un rischio ridotto di cancro della mammella per le donne più giovani nel gruppo esaminato. Le maggiori riduzioni di rischio risultano correlate a indici BMI più alti nelle pazienti di età compresa tra 18 e 24 anni.

Nichols ipotizza che molteplici fattori potrebbero contribuire al legame tra un BMI più elevato e un rischio di carcinoma mammario minore nelle donne più giovani. Questi comprenderebbero le differenze negli ormoni (inclusi gli estrogeni), i fattori di crescita o la densità del seno. L'estrogeno può essere un fattore di rischio del cancro al seno, ma i livelli e le fonti di estrogeni variano notevolmente prima e dopo la menopausa. Prima dell'inizio della menopausa, la fonte primaria di estrogeni proviene dalle ovaie e l'estrogeno prodotto dal tessuto grasso può aiutare a ridurre la quantità di questo ormone prodotta dalle ovaie.

Per approfondire la sua indagine sui fattori di rischio del cancro al seno, Nichols ha annunciato che il gruppo di ricerca esaminerà più da vicino i modelli di rischio in base al cambiamento di peso nella prima età adulta fino alla premenopausa, in considerazione anche del ruolo della gravidanza e di altri fattori che potrebbero influire sul rischio di cancro al seno in giovane età.

"Sebbene il cancro al seno sia più comune in età avanzata, si tratta in realtà del tipo più comune di cancro diagnosticato tra le donne in età riproduttiva", ha detto Nichols. “I fattori di rischio sono difficili da studiare in contesti tradizionali. L'Istituto nazionale di scienze della salute ambientale nel North Carolina e l'Institute of Cancer Research di Londra intendono offrire una via per indagare sul cancro al seno nelle popolazioni più giovani".